Home / Salute e Stretching Esercizi (page 2)

Salute e Stretching Esercizi

Stretching e salute per il karate
I limiti della medicina istituzionale – Nella società moderna tendiamo ad associare lo stare bene con il “non avere una malattia”, ovvero identificare lo stato di salute con l’assenza della patologia. Nulla di più superficiale, se consideriamo che un individuo per sentirsi bene, necessita di uno stato di pieno benessere fisicopsichico e sociale
Nell’ultimo secolo abbiamo assistito a un peggioramento della condizione dell’Uomo e di ciò che lo circonda, aumento di stress e dell’inquinamento ambientale che hanno contribuito a una lenta sostituzione delle malattie infettive con quelle degenerative, ovvero la prevalenza di un fattore di usura dell’organismo.
E’ stato dunque sentito e necessario un nuovo approccio da una parte della medicina ufficiale, che ha compreso che è più importante la prevenzione e non la cura in sé per ottimizzare quella macchina speciale che è il corpo umano. 
Si ha dunque maggiore consapevolezza come per prevenire malattie cardiovascolari nei paesi industrializzati, che hanno subito un cambio nelle abitudini alimentari (in peggio), siano necessari inoltre resistenza alla fatica, allo stress e infine la sensazione soggettiva dello “stare bene”, dunque una concezione olistica del corpo umano (considerare il corpo come un tutt’uno, dove modificando una piccola parte, si hanno effetti su tutto il restante apparato).
Se consideriamo poi ulteriori fenomeni, ci rendiamo davvero conto di quanto il narcisismo abbiamo sostituito il ben-essere con il ben-apparire, e il riferimento è verso il body building. Non stiamo criticando qui, in questa sede tale “sport”, ma dobbiamo arrivare a definire il limite di separazione fra l’allenarsi per sé stessi (e migliorare il corpo) e l’allenarsi per far vedere agli altri (per avere attenzioni maggiori).
Da queste considerazioni nascono e si sviluppano nuove e poco conosciute discipline mediche come l’osteopatia , che nella loro concezione olistica, considerano i muscoli, l’apparato scheletrico, cardiovascolare e nervoso come collegati nel rapporto causa-effetto. In altre parole il corpo capisce che qualora noi assumiamo atteggiamenti posturali sbagliati, naturalmente tenderà a compensare questo squilibrio togliendo qualcosa a qualche altra zona del corpo, in un vero e proprio adattamento, determinando un malessere che si alimenta col tempo, perché non c’è soluzione di continuità nella struttura del corpo. Si cercherà quindi di comprendere cosa ha determinato lo squilibrio e attraverso la pratica andare “a rimettere a posto i pezzi del puzzle”.
Stretching: un ruolo fondamentale –  Quanto detto, non si limita al solo fatto di riparare la disfunzione primaria, con l’intervento diretto del medico, ma di insegnare a comprendere quei fenomeni di adattamento che il corpo esegue per proteggersi. Questi squilibri dalla fascia muscolare, si trasmettono alla mente e diventano atteggiamenti inconsci (sta a noi decidere in modo positivo o negativo) che possono essere allenati nel tempo. Un ottimo modo di compensazione è il loro corretto allungamento, uno stretching non superficiale che consente di ottenere la percezione del proprio corpo.

Ruolo – Attraverso gli esercizi è possibile aumentare e mantenere un’ elevata mobilità nel tempo della struttura dell’apparato locomotore, a livelli ottimali di libertà. Ciò a cui dobbiamo mirare è non lo sviluppo del singolo muscolo, ma all’attivazione di tutta una catena muscolare (sollecitando quell’adattamento tanto citato) senza provocare una compensazione in un’altra catena, attraverso il controllo propriocettivo del sistema nervoso.
In altri post verranno pubblicati di volta in volta esercizi mirati per ogni catena muscolare, dal piede fino ai muscoli facciali, con particolare attenzione per ginocchia e articolazioni.

Colonna vertebrale 2

Ulteriori esercizi per la colonna vertebrale Per vedere i precedenti esercizi (clicca qui) L’esercizio proposto è rappresentato da due livelli: Il disegno presenta nel livello base il piegamento della ginocchia, mentre la parte tratteggiata evidenza il livello avanzato dell’esercizio dove teniamo le ginocchia diritte. Scegliete voi in base alla vostra ...

Read More »

Kwatsu, mezzi di azione

Metodi di intervento tramite tecniche di percussione Nello scorso articolo sono stati sommariamente descritti dei Kwatsu di rianimazione denominati Tsuki- Kwatsu, ovvero riflessogeni, che hanno come caratteristica quella di stimolare alcune zone specifiche con percussioni o pressioni usando alcuni mezzi d’azione. Ma cosa sono i mezzi di azione e quali ...

Read More »

Kwatsu, tecniche ed applicazioni

 Kwatsu tecniche ed applicazioni: In passato le Koryu in Giappone avevano i propri Kwatsu di rianimazione che ogni Maestro teneva strettamente segreti. Negli anni successivi alla diffusione del Judo, una seppur limitata parte di queste tecniche , grazie all’iniziativa del Kodokan Judo che ha deciso di divulgarle al fine di ...

Read More »

Kwatsu, arte di vita

Kwatsu di rianimazione Approccio semantico , storico e culturale alle tecniche di rianimazione giapponesi Kwatsu: contrazione fonetica di Kua (vita) e Tsu (contrazione di Jutsu che significa arte) insieme prendono dunque il significato di “arte di vita”, arte di riportare alla vita. Per essere precisi parlando dell’insieme di queste tecniche ...

Read More »

Cos’è l’allenamento ?

Che cos’è l’allenamento ? Al giorno d’oggi tutti, grazie allo sviluppo economico e sociale, possiamo nel bene o nel male seguire un allenamento. Ma cosa vuol dire allenarsi ? E da quali fasi è composto un allenamento? Scopriamolo insieme. Allenarsi vuol dire impattare sull’organismo in modo tale che si modifichi ...

Read More »

Colonna vertebrale 1

Tramite questi appositi movimenti, riportiamo in assetto uno dei tratti più esposti ai dolori: la colonna vertebrale.  Partendo dalla posizione di rilassamento eretta: – Afferriamo con una mano due dita dell’altra mano – Allunghiamo le braccia sopra la testa – Cercate di sentire la pesantezza del vostro bacino, tale sensazione ...

Read More »

Testa e collo 2

Testa e collo seconda parte, esercizi aggiuntivi.  Partiamo da una posizione in ginocchio o da seduti , possibilmente sentendo i polsi pesanti e le mani che poggiano sulla pancia. Con la testa che parte dal centro e lasciando che le spalle calino e si rilassino, cerchiamo di guardare dietro di ...

Read More »

Testa e collo 1

Con questo primo articolo introduttivo andremo a vedere come allungare e riallineare testa, collo e di riflesso le spalle e la schiena. Neanche a farlo a posta il mio Sensei ci ha fatto immaginare nel corso degli anni l’ormai famosissimo “omino che tira la testa”. Questo piccolo “folletto” è una ...

Read More »

Rilassamento in posizione eretta e distesa

PRE e PRD sono il punto di partenza per eseguire bene tutte le tecniche di allungamento e di stretching La posizione di rilassamento eretta (o PRE) Stando in piedi per eseguire la PRE bisogna: Distanziare i piedi più o meno di 20 cm (consigliabile la larghezza delle spalle) Stendere le ...

Read More »