Home / Studio / Kata / Cos’è il kata ?

Cos’è il kata ?

Il kanji 型 oppure 形 (figura sotto)

kata kanjiPossiamo tradurlo come Forma o Movimento.

Classicamente si suole esprimere il kata come una preordinata sequenza di movimenti codificati, rappresentativi di tecniche e combinazioni raggruppate che vengono applicate idealmente su avversari immaginari.

Ciò è abbastanza riduttivo se comprendiamo che il kata (almeno per me e per la scuola di pensiero da cui ho attinto conoscenza) è fondamentale e preparatorio per il combattimento reale, a differenza di molti che lo ritengono un balletto poco creativo. Attraverso il kata bisogna esprimere la parte più profonda della propria Anima e del proprio spirito combattivo, esso è fonte di domanda e risposta per il vero karateka, e va eseguito senza pensare alla tecnica prefissata che viene dopo quella appena compiuta,  imprimendo kime, corretta posizione, corretto sentire il proprio corpo, respirazione, e gestione del baricentro, che altrimenti ridurrebbe il tutto a un mero “esercizio” di fiato, schematico e inconcludente.

Il singolo colpo deve essere pensato con il concetto di ichigeki hissatsu (un colpo, un morto) solo per dare l’idea della potenza che bisogna esprimere nella singola tecnica. Ogni kata a seconda del proprio stile assume un nome diverso, ognuno rappresentante un concetto filosofico o con una storia particolare dietro.

 

ushiro enpi kata

Concernente lo studio dei kata, vi sono le applicazioni o Bunkai, ovvero il kata viene “spezzato” nelle sue sequenze ritmiche e analizzato tecnica per tecnica e interpretato in una tecnica reale, da soli o con uke. Tale studio va oltre “ciò che si vede” perché una tecnica permette infinite applicazioni, proprio come noi guardando una sola cosa possiamo avere numerosi punti di vista. Le tecniche possono essere percussioni, leve articolari, pressione dei punti vitali, spazzate, proiezioni, insomma una varietà di infinite possibilità.

Scopo del kata è fondere il corpo con lo spirito attraverso i movimenti e alla  respirazione, infatti se ci soffermiamo a pensare al nostro respiro (cosa che diamo per scontata), riusciamo a portare noi stessi, attraverso il concetto zen, al qui e all’adesso.

About Karatesen

Sulla Via del nebuloso Do.

Check Also

Verso il Kata e Oltre! (Parte 2)

Godetevi il viaggio Bene, rieccoci qui. Continua la strada verso la comprensione del kata. Sarà ...

Lascia un commento