Home / Riflessioni / Piccola riflessione sull’arte in senso ampio

Piccola riflessione sull’arte in senso ampio

L’arte come cuscino, materasso per la società

cadere-dalle-nuvole-riflessioni marziali arteLa vita non si sceglie, nessuno ha deciso se voler venire al mondo o meno, eppure tutti si sono impegnati a vincere quella corsa fino all’ovulo, ognuno si è macchiato almeno una volta di egoismo, ha voluto primeggiare inconsciamente significando morte certa per il resto dei partecipanti.

Di questo abbiamo poca colpa in quanto siamo potenza allo stato puro, il nostro compito sin dall’inizio è quello di esaurire e sprecare le nostre energie fino a morire, abbiamo lottato sin dal principio per questo diritto a consumarci nella vita.

Questa lotta inconscia ci ha spinti, pur non avendo scelto con la razionalità, alla vita.

Ora si sa che se riceviamo una spinta non aspettata la caduta è inevitabile, ebbene molti, quasi tutti si sfracellano lungo il percorso vitale, soprattutto a chi è tanto elevato da capire di stare a cadere (il filosofo).

L’arte non è altro che un modo per non farci male, l’arte insegna come cadere nella vita, insegna a rotolare e ad adattarsi alla conformità del nostro percorso di vitale.
Chi pratica un’arte e si ritiene Maestro non può cadere facendosi male, certo di tanto in tanto può capitare anche a lui in quanto non si finisce mai di imparare le tortuosità del cammino, ma ormai dovrebbe aver acquisito la capacità di cadere con stile, la capacità che lo distingue dagli iniziati e da chi ignora la caduta…

Ognuno ha la sua arte, ognuno cerca il modo giusto di cadere, spero che ognuno di voi lo trovi presto…

About Marco Grastolla

Check Also

Nati per combattere

Istinto, ragione e dimensione del combattimento Perché l’uomo combatte ? Parto diritto, senza affanno verso ...

Lascia un commento