Home / Riflessioni / L’effetto farfalla

L’effetto farfalla

L’effetto farfalla. Esiste il libero arbitrio ? Come può il praticante ispirare se stesso tramite gli altri ? Cerchiamo di guardare la realtà attraverso questo filtro proposto.

effetto farfalla riflessioni filosofia arti marzialiIl termine “effetto farfalla” che prende spunto dalla fisica/matematica, deriva dal libro “Rumore di tuono” del 1952, dove Ray Bradbury immagina che nel futuro, grazie ad una macchina del tempo, vengano organizzati dei safari temporali per turisti. In una remota epoca preistorica un escursionista del futuro calpesta una farfalla e questo fatto provoca una catena di allucinanti conseguenze per la storia umana. Il significato odierno che si da a questa frase è dunque quello che ogni minimo e impercettibile evento può a suo modo cambiare inesorabilmente il susseguirsi degli eventi futuri (e presenti).

Connotato particolare di tale affermazione è l’assunto che siamo tutti sistematicamente interconnessi. Si suole esemplificare questa teoria anche con la seguente frase “mentre una farfalla sbatte le ali in Cina, da qualche parte nel mondo si crea un uragano”. D’altronde alcune nostre azioni hanno conseguenze facilmente reversibili, a seconda che siamo o no consapevoli di tali azioni.

Ammettiamo che questa teoria sia vera. Le implicazioni etiche di una tale riflessione sono enormi. Pensiamoci un attimo, quante volte possiamo influenzare la realtà anche solo respirando, anche solo presentandoci ad un’altra persona ? Quest ultimo spesso solo guardandoci potrà dedurre se appariamo come persone pulite, educate, arroganti, intelligenti e così via. Inneschiamo tutta una serie di effetti a catena per il solo fatto di esistere, e trasmettiamo qualcosa che lo vogliamo o no, dall’evento piccolo fino a un attentato che può causare un’intera guerra. A seconda del proprio concetto di bene o di male, se possiamo paragonare il mondo esterno a quello che è dentro di noi, tale teoria non pare poi tanto assurda. Se permettiamo che possa nascere in noi un pensiero positivo, se riusciamo a vedere il puntino bianco e non lo sfondo nero, forse, riusciremo anche a innestare da qualche parte un uragano all’interno della nostra interiorità.

Il principio di causa-effetto è un po’ il motore che muove la realtà. Immaginiamo di poter risparmiare o uccidere un uomo malvagio, molti di noi sanno dentro di sè che risparmiando quell’uomo potrà tornare a fare del male (soprattutto a noi), mentre ucciderlo sarebbe rendersi malvagio come lui. Abbiamo già nella nostra mente l’insieme delle conseguenze proiettate nel futuro. Forse lasciarlo andare sarà rischioso, ma forse potrebbe capire che chi riceve male, può restituire gentilezza, cioè il paradigma OPPOSTO al pensiero etico che vivono quasi tutti.

Come deve vivere tutto ciò l’artista marziale ? Ciò che impara un marzialista può fare la differenza con l’essere umano comune, e a mio modo di vedere più “potere” si accumula nell’uomo , più bisogna caricarsi di responsabilità, verso sé e verso gli altri. Il nostro impegno può influenzare il praticante che non ha motivazioni, la nostra serietà potrebbe apportare rispetto alla disciplina presa alla leggera, come al contrario la nostra pigrizia può incoraggiare gli altri a fare lo stesso. Un piccolo atteggiamento può essere causa e conseguenza di un altro. C’è posto per il libero arbitrio ? A mio parere la risposta è sì. In che modo ? Tramite la consapevolezza.

influenza filosofiaL’individuo consapevole di questi meccanismi e che non intende sfruttare l’influenzabilità altrui, farà in modo (per quanto può) di innescare un “effetto domino” positivo, in modo tale che l’eco di queste sue azioni, possa illuminare il cuore altrui, e possa tornare a sé sotto forma di positività. Se cambi le regole su ciò che ti controlla, cambierai le regole su ciò che puoi controllare. Dal bene e male non è detto nascano cose belle o cose brutte, sta alla volontà del singolo e al suo grado di consapevolezza, di permettere l’amplificazione del messaggio iniziale. Inizio che non è inizio, è un ciclo continuo, un susseguirsi di influenze reciproche. Filosofia o realtà ? Lascio a voi le considerazioni finali in merito. Buona riflessione a tutti.

 

About Karatesen

Sulla Via del nebuloso Do.

Check Also

Nati per combattere

Istinto, ragione e dimensione del combattimento Perché l’uomo combatte ? Parto diritto, senza affanno verso ...

Lascia un commento