Home / Storia / L’antica mano di Shuri

L’antica mano di Shuri

Parlare di Karate di Okinawa è cosa ardua e per certi versi pericolosa, in quanto ci si può facilmente scontrare con informazioni, opinioni e convinzioni, che derivanti dalle più vaste esperienze possono contestare le proprie affermazioni. È innegabile, però, che il Karate che oggi è maggiormente diffuso abbia un background storico che risale a moltissimo tempo addietro e di conseguenza che nel corso dei decenni sia avvenuta una mutazione che ormai differenzia notevolmente la disciplina odierna da quella degli antichi bushi. Ora, per come recita il dettame “Onko chishin” 温故知新, credo sia doveroso, per un budoka, conoscere ciò che è avvenuto prima, quando la disciplina che ora si pratica era funzionale a salvaguardare la propria incolumità e non un trofeo, e di conseguenza l’addestramento stesso si sviluppava in metodologie enormemente differenti rispetto a quelle di oggi. Collegato a tutto questo è anche il metodo di trasmissione che avveniva da maestro ad allievo e ciò che ne deriva, come gradi, diplomi e quant’altro … una disquisizione, spesso sgradevole, sempre più ampia ai giorni nostri!

soken matsumura seitoTrattando, dunque, della disciplina che vide i suoi natali in quella piccola isola di Okinawa, non si può che riferirsi in primis, anche se brevemente, a quello che può essere considerato uno dei più antichi stili esistenti, lo Shorin-ryu Matsumura Seito Karate 少林流松村正統空手, che trova radici nell’antico Matsumura Shuri-te, il predecessore di tutta la corrente che oggi incorpora gli stili più diffusi, sia giapponesi che okinawensi, come lo Shotokan, lo Shito-ryu, il Wado-ryu, il Kobayashi-ryu, il Matsubayashi-ryu, etc.

Intorno alla metà del 1800, si stavano delineando le tre correnti principali de il Uchina-di (il metodo di lotta autoctono di Okinawa) in Shuri-te, Naha-te e Tomari-te, dal nome dei relativi villaggi; un Bushi (guerriero) di nome Sokon Matsumura, iniziava ad organizzare in maniera strutturata tutte le sue esperienze nell’arte del combattimento dando vita ad un sistema coerente, e concepì alcuni kata per favorire l’insegnamento, questo sistema divenne ben presto noto come Machimura Sui-di (Matsumura Shuri-te) o semplicemente Shuri-te. I suoi studi e la sua pratica diretta derivavano da esperienze avvenute in ambito militare, essendo guardia del corpo e istruttore-capo delle guardie del re di Okinawa della dinastia Sho, nonché da numerosi viaggi avvenuti in Cina. Matsumura sin da giovane fu introdotto all’arte de il Uchina-di, e quando venne al servizio del palazzo reale ebbe la possibilità di studiare i metodi del Ch’uan-fa proprio viaggiando in Cina, approfondendo gli stili zoomorfici, tra cui quello de il Hakutsuru (gru bianca).

matsumura seito gruNon avendo primogenito, in quanto il figlio era morto, Matsumura lasciò l’eredità del metodo di combattimento di famiglia al nipote Nabe, in ogni caso formò molti grandi futuri maestri ai quali lasciò gran parte del proprio bagaglio tecnico, ricordiamo Anko Itosu, Anko Asato, Yabu Kentsu, Chomo Hanashiro, Chotoku Kyan, etc. Matsumura insegnò differentemente ad ogni suo allievo, così molti dei suoi studenti svilupparono un proprio metodo e oggi tutti gli stili moderni hanno radici nel metodo di Bushi Matsumura e sono tutti rami dell’antico Sui-di.

Nabe Matsumura fu colui che permise la trasmissione del metodo di combattimento di famiglia del Machimura Sui-di, era nipote di Sokon Matsumura, ed ebbe la fortuna di studiare lo Sui-di direttamente con lui ed il privilegio di apprendere anche il segreto Matsumura-no-Hakutsuru kata. Fu molto ben considerato in ambito sociale, in effetti egli rivestì l’incarico di scrivano per il re Shō Tai, ma pare fosse molto rispettato anche in ambito all’insegnamento de il Uchina-di, anche se purtroppo non ci sono testimonianze che attestino se e quanti studenti possa avere avuto, ma per contro si tramanda la sua reputazione di maestro severo e disciplinato. Di sicuro si sa che ricevette l’eredità del Machimura Sui-di direttamente dal nonno e lo tramandò, insieme a il Hakutsuru di famiglia, al nipote Hohan Soken (figlio della sorella) non avendo primogenito, quest’ultimo disse in un’intervista di essere stato il suo unico studente.

Dunque, il Karate di lignaggio Matsumura è oggi vivo grazie agli insegnamenti di Hohan Soken, colui che “organizzò stilisticamente” il metodo di combattimento di famiglia sviluppato da Bushi Matsumura. Iniziò l’addestramento sotto la guida dello zio Nabe intorno all’età di 12 anni, e dopo dieci anni di pratica venne introdotto alle tattiche del Matsumura-no-Hakutsuru. Soken Sensei solo nel 1956 decise di aprire un piccolo dojo ed iniziare ad insegnare anche a persone esterne alla famiglia, dando così il via al processo di diffusione dello stile. Soken Sensei decise di modificare il nome del metodo da Matsumura Shuri-te in Shorin-ryu Matsumura Seito Karate, dove il termine “seito” significa “ortodosso” cioè basato su tecniche e tattiche pure e tradizionali e tramandate in forma familiare. Ebbe molti allievi tra cui ricordiamo: Kosei Nishihira, Fusei Kise, Yuichi Kuda, Yoshimatsu Akamine, Takaya Yabiku, Chokei Kishaba, Roy Suenaka, Mitsou Inoue, Kenichi Kina, Seifuku Nitta, etc.

Hohan Soken disse di aver appreso da suo zio i seguenti kata: Pinan (ichi – ni), Naihanchi (ichi – ni), Pai-Sai (sho – dai), Chinto, Useishi, Kushanku e il Hakutsuru di famiglia. Se Nabe ricevette l’eredità dello Shuri-te da Sokon Matsumura in modo diretto, completo ed autentico, e così come lo apprese decise di insegnarlo ad Hohan Soken, senza apportare cambiamenti adeguati al contesto storico, si può affermare senza indugio che lo Shorin-ryu Matsumura Seito è lo stile di karate più antico esistente della linea Shuri-te, avendo appunto diretto legame con l’antico metodo di Bushi Matsumura.

[testo tratto da Shorinryu Matsumura Seito Karatedo – Storia, tecnica e filosofia dell’antica mano di Shuri  © 2016 Angelo Bonanno]

About admin

Check Also

Okinawa e le origini

A ritroso nel tempo, luogo ed epoca in cui nacque il Karate Fin ora abbiamo ...

Lascia un commento