Home / Storia / Etimologia / Errori comuni di pronuncia

Errori comuni di pronuncia

Pronunciare in modo corretto i termini giapponesi delle arti marziali

errore etimologico parole giapponesiEcco qui riportati gli errori di pronuncia più comuni e frequenti nel dojo. Il giapponese è una lingua come la nostra, vi piacerebbe (o vi sembrerebbe corretto) se mettessero accenti errati sulle parole della nostra lingua ? Un pizzà ? Pistacio (sentito realmente da un’americana che conobbi per dire pistacchio) ? E altro ancora ? Non credo. Quindi impariamo a dire le parole per come sono realmente.

Potrebbe non bastare questo articolo, in questa sede riportiamo gli errori più in voga fra i praticanti.

Allora, cominciamo con una questione annosa… il saluto.

 

Zarei è il saluto in Seiza (postura in ginocchio). Mettersi in seiza si dice chakuza (seiza: stare seduti in modo corretto, chakuza = mettersi seduti), ma di solito il comando, anche in molti dojo in giappone, è solo seiza o “seiza shite” (fate seiza). Il saluto in piedi è detto Ritsurei.

La parola Osu (si legge OSS, e non va scritta in questo modo traslitterato in lettere occidentali ! Si dice a voce alta, e non va espresso sussurrandolo come fanno molti all’estero) è all’origine contrazione di ONEGAISHIMASU (per favore, o anche grazie, per maggiori dettagli sull’etimologia clicca qui). I kanji attuali sono stati introdotti dopo e non tutte le scuole lo usano (a Okinawa, per dire, non si usa). Veniva usato in passato dagli ambienti accademici di destra, ma oggi questo uso politico è meno frequente.

In altre scuole si saluta con proprio con onegaishimasu all’inizio dell’esercizio, e con ARIGATOU GOZAIMASHITA (grazie per quanto hai fatto per me) alla fine di ogni esercizio.

La prinuncia corretta di onegaishimasu è “onegaiscimas”. arigatou si pronunzia aligatoo, ossia con la “o” lunga e una “u” quasi impronunciata.

Termini del karate spesso sbagliati:

GYAKU TSUKI (e non giacotsuki), si legge GHIACU TSUKI.

La parola “geri” dei calci (maegeri, mawashigeri ecc) non si legge geri se è isolata, ma keri. Perché ? Perché geri significa diarrea, quindi fate molta molta molta attenzione !!!

Per inciso, “-geri” si legge “-gheli”. Quindi mawashigeri va pronunciato mauascigeheli.

La pronuncia stessa della parola karate è spessa alterata o fraintesa: sappiate che non si dice karatè (accento finale sulla “e”), né tanto meno karà-te, ma come se vogliate unire le parole italiane “cara” e “te” (la “e” è chiusa e non aperta)

Altra parola spesso sbagliata, e poi mi fermo per oggi, è KARATEGI (o KEIKOGI, o anche solo GI).

GI viene dal verbo KIRU (indossare). Si legge GHI e non “GI” all’italiana (come la “g” in ginocchio). Inoltre impariamo queste differenze:

Karategi (karateghi) =abito per karate
keikogi (cheicoghi) =abito per keiko (lezione)
gi (ghi) = Abito (usato in genere solo per le divise delle arti marziali)

Particolarmente per il Gi:

La giacca si chiama UWAGI (pr. u-uaghi, la “w” va letta come una u lunga)
La cinta si chiama OBI (cintura bianca e cintura nera si dicono rispettivamente shiroi obi e kuroi obi)
I pantaloni si chiamano ZUBON

Spero che tutto ciò abbia fatto maggiore chiarezza e che d’ora in poi eviterete di far sorridere un giapponese che possa ascoltarvi (ribadiamo ancora di stare attenti a geri !). Ripassate beni i termini e scriveteli correttamente. Oss … ehm … volevo dire osu !

About Karatesen

Sulla Via del nebuloso Do.

Check Also

Contare i numeri in giapponese

Come si conta in giapponese ? Quante volte in palestra, anche in modo semplicistico, ci ...

Lascia un commento