Home / Tecniche / Posizioni / Tachi Waza

Tachi Waza

Un viaggio sulle posizioni del karate

Il Tachi Waza è la parte di studio del karate che tratta la posizione delle gambe e degli arti inferiori rispetto al tronco e agl’arti superiori, tale ricerca dei movimenti è un elemento imprescindibile per la corretta esecuzione delle tecniche che la posizione va implementare.

kase kamaeCiò è dovuto al fatto che le posizioni sono un po’ i mattoni di base che generano o meno energia (o Ki)  proprio perché è dalle gambe che si attinge energia cinetica dal pavimento per trasmetterla al resto del corpo quando ci muoviamo. Dalla posizione ricaviamo quindi sia energia (dinamicità) che un saldo appoggio (stabilità) che ha dietro tutto un suo perché.

Se non rispettiamo la giusta angolazione dei piedi , della distanza che intercorre fra essi , della accuratezza con cui il baricentro del corpo non deve oscillare instabilmente, la rotazione delle anche e il corretto uso delle articolazioni (in spacial modo le ginocchia); la nostra posizione non ci darà nessuna stabilità posturale, consentendo da un lato a l’essere una facile preda dell’avversario, e dall’altra a un logorio di questi delicati arti che non siamo abituati nella vita di tutti i giorni a sforzare muscolarmente in queste posizioni “inusuali”. 

Le posizioni sono parte imprescindibile dello studio del Kihon e del Kata, e vengono analizzate prettamente sotto una luce tradizionale, attenzione massima negli spostamenti da una posizione all’altra senza barcollare, per poi finalizzare tale accuratezza a movimenti più “sciolti” da usare nel Kumite, che a seconda del soggetto possono assumere i connotati più diversi.

 

Esse giocano tutte su contrazioni e rilassamento dei muscoli, differenziando quindi fra posizioni di guardia/attesa e posizioni di combattimento, e fra posizioni di attacco e posizioni di difesa. Queste differenze sono utili solo sul piano teorico, perché in quello pratico spesso è difficile notare queste sottigliezze, una posizione di difesa può benissimo divenire di attacco sotto un altro punto di vista, così come la “camminata” nelle posizioni possono essere viste come proiezioni e spazzate, con gli anni si riesce a comprendere l’esistenza di questi piccoli ma fondamentali dettagli.

Giochiamo quindi fra contrazioni isotoniche (d’inizio tecnica) e contrazioni isometriche (di stabilità finale) per poter rendere potenti, stabili, veloci ed efficaci le nostre posizioni, e per effetto riflesso le tecniche stesse ad esse connesse. Ai principianti mi sento di dover consigliare un ampio studio delle posizioni, avendo grande pazienza, per la serie di motivi elencati e che spesso all’inizio demotivano perché sembra uno studio noioso.

About Karatesen

Sulla Via del nebuloso Do.

Check Also

Zenkutsu Dachi

La posizione dello Zenkutsu Dachi è una delle posizioni base che vengono insegnate nel Karate Shotokan. ...

Lascia un commento