Home / Salute e Stretching Esercizi / Allenamento / Microalimenti: le vitamine

Microalimenti: le vitamine

Microalimenti e le vitamine

vitamine microalimentiCapito il ruolo dei macroalimenti, sarà necessario ora concentrarsi sul ruolo fondamentale svolto dai più numerosi microalimenti.

Cosa fanno nel pratico questi microalimenti ? Essi sono delle vere e proprie chiavi che attivano o disattivano determinate reazioni chimiche importanti per il nostro organismo. Se tali chiavi vengono a mancare, allora il nostro corpo genererà processi a bassissimo rendimento, se non addirittura nessun processo.

Se si forniscono costantemente all’organismo tutti i bioregolatori (o microalimenti, o micronutrienti) conosciuti, in quantità ottimale, si potenzia l’attività dei sistemi enzimatici. Pertanto si può regolarizzare ed accresce l’azione degli ormoni, aumentare l’efficacia dei sistemi di difesa (sistema immunitario ed altri) e di ricostituzione dei tessuti, l’efficienza di tutti gli organi ed apparati dell’organismo. Si può avere addirittura una rigenerazione delle cellule e un vero e proprio ringiovanimento. I bioregolatori (vitamine, sali minerali, estratti naturali, aminaocidi, ecc.) sono il mezzo più potente per prevenire le disfunzioni ed il logorio dell’organismo, per prolungare la vita mantenendosi in buona salute.

Chiudiamo qui la non approfondita descrizione dei microalimenti per fare una breve ma intensa lista su queste importanti componenti. In questo articolo parleremo in prima istanza delle principali vitamine, in un articolo successivo invece, tratteremo i minerali:

  • Vitamine B – Esse comprendono il gruppo delle B1, B2, B3, B5, B6, B8, B9, B12. 

Importanti per il funzionamento del sistema nervoso, nella sintesi delle proteine e dei neurotrasmettitori, questo gruppo interviene in tutti i processi di produzione dell’energia e in numerose reazioni chimiche.

Dove le troviamo principalmente ? Prodotti ricchissimi di vitamina B sono il germe di grano e il lievito di birra, ma in generale tutti i prodotti completi ne contengono.

Quantità consigliata ? Le vitamine B8, B9 e B12 vanno assunte intorno a 0,3 mg (milligrammi) per Kg (calcolato sulla nostra massa magra), mentre le restanti tipologie vanno assunte intorno a 2,5 – 5 mg.

  • Vitamina C – Quante volte abbiamo sentito le nostra mamme parlare della famosa vitamina C ? Essa ha un ruolo di integrazione del sistema immunitario, favorisce la cicatrizzazione, riduce lo stress, ha funzioni antiossidanti e sostiene alcune attività metaboliche.

Dove la troviamo ? Nella frutta e nei legumi, con alte concentrazioni negli agrumi (sorpresi vero ?), nei kiwi, frutta esotica e prezzemolo.

Quantità consigliata ? 200 – 500 mg per Kg

  • Vitamina E – Antiossidante molto potente, favorisce il recupero cellulare e protegge le membrane cellulari

Dove trovarla: nei frutti oleaginosi (nocciole, noci) e anche negli olii vegetali, lecitina di soia e germe di grano

Quantità ? 20 – 40 mg per Kg

  • Vitamina A e D – La vitamina A per la differenziazione cellulare, crescita, acutezza visiva e regolazione genica. La vitamina D aiuta a fissare il calcio.

Dove si trovano ? Tuorlo dell’uovo, pesce grasso, burro, formaggio e notoriamente nella carota (betacarotene)

Quantità consigliata ? Le assunzioni generalmente sono coperte dall’alimentazione normale.

Ci scusiamo se non abbiamo detto tutto il necessario o non abbiamo citato importanti cibi dove sono contenute queste vitamine. Alla prossima con i restanti microalimenti: i minerali !

About Karatesen

Sulla Via del nebuloso Do.

Check Also

Qualità del cibo: i macroalimenti

Macroalimenti e rapporto con lo sport Senza una buona alimentazione, non è garantita nessuna prestazione ...

Lascia un commento