Home / Salute e Stretching Esercizi / Allenamento / Microalimenti: i sali minerali

Microalimenti: i sali minerali

Microalimenti e sali minerali

sali minerali elementi chimiciChiudiamo il ciclo dei microalimenti, con quelli che abbiamo chiamato minerali, ma che generalmente sono più conosciuti col nome di sali minerali. Come ci ricorda Wikipedia:

Sali minerali, o meglio, elementi essenziali è un termine che individua alcuni composti inorganici, quindi privi di carbonio organicato, non necessariamente sali. Essi hanno un ruolo fondamentale nel funzionamento di tutti gli organismi viventi, animali, vegetali, funghi e regni degli organismi più semplici, e per questo motivo sono detti anche minerali essenziali o più correttamente, da ogni punto di vista, elementi essenziali.

Essi possono essere:

  • Calcio – Fondamentale per la contrazione muscolare e negli scambi cellulari. Costituisce lo scheletro e i denti umani,  aiuta la coagulazione del sangue, trasmette gli impulsi nervosi e permette il corretto svolgimento di alcuni enzimi.

Dove si trova ? Si trova nei latticini, nella frutta, nei legumi, acqua minerale e nei prodotti a base di soia.

Dose giornaliera consigliata ? Tra i 900 (adulti) e 1200 (anziani, adolescenti e donne in gravidanza) mg per chilogrammo.

  • Potassio – Regola un buon numero di reazioni chimiche e interviene nei processi di ricambio cellulare. Regola la pressione osmotica e il funzionamento dei muscoli scheletrici e del cuore. Una sua eventuale carenza può provocare sonnolenza, aritmie cardiache e crampi.

Dove si trova ? Nella frutta, nei legumi freschi o secchi, nelle patate e nei cereali completi.

Dove consigliata al giorno ? Tra 8 e 10 grammi per Kg (eventuali allenamenti richiedono maggior potassio per via della traspirazione e del consumo di sale)

  • Magnesio – Regola l’impulso nervoso e pertanto è un potente regolatore dello stress. Aiuta il compiersi di numerosissime reazioni chimiche all’interno dell’organismo, adiuva la sintesi proteica e il metabolismo dei grassi.

Dove trovarlo ? Cacao, cioccolato nero, mandorle, frutti di mare, frutta secca, acqua minerale ricca di magnesio e riso completo.

Quantità ? 800 milligrammi per Kilogrammo

  • Ferro – Funzione primaria è l’intervento per il trasporto dell’ossigeno per associarlo con altre proteine. Può rivelarsi tossico e ossidante per l’organismo se presente in integratori alimentari.

frutta microalimentiDove lo troviamo ? Uova, carne rossa (principalmente), frutti di mare (cozze in particolar modo), soia e lenticchie. Le ultime due sono quelle ove è più facile assimilarne ferro.

Quantità ? 16 – 28 mg per Kg. Gli integratori ne hanno invece una quantità tossica per l’organismo.

  • Zinco – In alcune reazioni genera determinati ormoni, come il testosterone, mantiene il buon funzionamento del sistema immunitario, è un antiossidante potente e partecipa al metabolismo energetico. Fa parte della composizione di 100 enzimi. E’ difficile da assimilare, quindi fare attenzione alle carenze di questo oligoelemento.

Dove si trova ? Frutti di mare, carne, crostacei , avena, calcio, tuorlo dell’uovo, germe di grano e fegato

Quantità ? 20 mg per Kg.

  • Selenio – Antiossidante potente. La sua carenza provoca disturbi cardiaci (del ritmo) e indolenzimento muscolare.

Dove si trova ? Nei lieviti arricchiti, in carne, fegato e frutta oleaginosa

Quantità ? 120 mg per Kg

Con questa breve (non troppo) parentesi, siamo pronti per affrontare i numerosi discorsi che legheranno alimentazione e sport da combattimento/arti marziali, per una maggior consapevolezza di quanto occorre per far funzionare al meglio la macchina speciale che è il corpo umano.

About Karatesen

Sulla Via del nebuloso Do.

Check Also

Qualità del cibo: i macroalimenti

Macroalimenti e rapporto con lo sport Senza una buona alimentazione, non è garantita nessuna prestazione ...

Lascia un commento