Home / Salute e Stretching Esercizi / Stretching / Sciogliere le anche

Sciogliere le anche

Prima di poter parlare di esercizi per le anche, che sono sempre i più richiesti, introduciamo qualche esercizio per sciogliere i muscoli posteriori della gamba che faranno da base per il lavoro prossimo.

sciogliere anche stretchingQuesto esercizio è forse fra i più conosciuti fra le tecniche di stretching, ma possiamo definirlo come “preparatore” per il lavoro da andare a eseguire sulle anche, caratterizzate da una rigidità di fondo, perché nella società moderna è la parte del corpo sulla quale più poggiamo. Dovremmo quindi “sciogliere” preliminarmente i muscoli e le articolazione ad esse adiacenti.

Aumentare la mobilità della coscia è quindi fondamentale, soprattutto la parte posteriore. Come sempre ci sono vari gradi di abilità a seconda della nostra mobilità. Il disegno a fianco rappresenta chi ha più rigidità e contrazione nei muscoli, può quindi aiutarsi con una sedia.

Partiamo sempre dalla nostra posizione rilassata eretta. I consigli da seguire sono i seguenti:

  • Quando ci andiamo a piegare, immaginiamo il nostro coccige spinto verso il basso, possiamo rendere più forte questa idea se fantasticando vediamo un filo a piombo che scende esattamente a metà fra i nostri talloni.
  • La parte posteriore delle nostre ginocchia dobbiamo sentirla come se si allargasse e si ammorbidisse come qualcosa di malleabile
  • Sentiamo il nostro bacino allargarsi posteriormente

esercizio anche preliminareAd ogni espirazione rilassiamo la colonna e le spalle concentrandoci sulle sensazioni che abbiamo nelle anche.

Nell’immagine a fianco possiamo vedere i livelli successivi che possiamo raggiungere con la pratica. Nello specifico possiamo usufruire dell’ausilio di libri o di un piano rialzato quando siamo quasi in grado di toccare completamente con le mani a terra.

Nel livello successivo al precedente i palmi della mano sono completamente distesi davanti a noi, non solleviamo le dita se vogliamo migliorare ulteriormente.

Lo stadio finale prevede di portare le mani vicino ai talloni e di stendere completamente i palmi delle mani a terra. Importantissimo cerchiamo di non curvare la schiena e di immaginare di portare il petto alla tibia e non la pancia sui quadricipiti (che può portare a curvare la schiena)

About Karatesen

Sulla Via del nebuloso Do.

Check Also

Colonna vertebrale 1

Tramite questi appositi movimenti, riportiamo in assetto uno dei tratti più esposti ai dolori: la ...

Lascia un commento