Home / Mentalità / Curiosità / No mente è qui e adesso

No mente è qui e adesso

Il video “The fly” ci mostra con semplicità la ricerca del Mushin e del qui e adesso

video the fly samuraiRicordando soltanto la lettura di un nostro precedente articolo sul Mushin (clicca qui), ovvero sul concetto di No Mente (se ve lo siete perso), proponiamo in questa sede un simpatico video ma che racchiude in sé un grande significato.

Gironzolando su youtube mi è stato possibile trovare, fra le molte sciocchezze, un cortometraggio di animazione dal titolo “The fly” (la mosca) che a quanto pare è stato realizzato da alcuni studenti universitari ispirati dalla filosofia asiatica.

Qual è il tema proposto ? Si potrebbe parlare della trama: un samurai in meditazione cerca la pace della mente, ma verrà ben presto “disturbato” da una mosca ronzante e fastidiosa. Cosa fare ? Scacciarla ! Questo sarà il primo pensiero del guerriero protagonista. Le cose diverrano inaspettatamente diverse dal previsto, vediamo un po’ cosa succede:

{youtube}dSsAEWkmBFU{/youtube}

Non leggere sotto se non hai visto ancora il video !

Riflessione personale: Il nostro samurai non ci assomiglia un po’ ? Quando siamo concentrati su ciò che desideriamo, soprattutto nella caotica società moderna, non “corriamo” forse all’impazzata, tormentandoci fin quando non la otteniamo ? Anche quando desideriamo la pace interiore, pretendiamo di volerci sottomettere a tale desiderio (autoimponendoci), andando contro alle cose e non lasciando che esse vengano semplicemente a noi. 

E la mosca cosa potrebbe rappresentare ? La mosca forse è tutto ciò che non è noi, o meglio tutto ciò che ci è da impedimento fra noi e il desiderio, che ci tormenta dentro e fuori. Più cerchiamo di scacciarli e fuggirne, più saremo preda incessantemente di un “ronzio” di pensieri, portandoci fuori strada e alienandoci in ciò che non siamo realmente.

La soluzione ? Come realizza il samurai tormentato: fermati e prendi fiato. Guarda dove sei, renditi conto del tuo respiro, della tua essenza, della tua vita. Senti che stai partecipando a qualcosa che non è fine a se stesso, che come sei tormentato tu, così lo sono gli altri e andrebbero capiti perché sono  come nostri specchi. Sii presente qui e ora, senza dominio della ragione, senza condizionamenti, semplicemente: sii ! Abbandona ciò che vedi e percepisci coi sensi, comincia a sentire dentro di te. Forse non vedrai quel paradiso di petali di fiori di ciliegio, ma avrai visto qualcosa di meglio: la compassione e il saper accettare.

Questo forse potrà essere spunto per una mente non scossa dagli eventi, il poterli guardare da fuori, non diventando l’evento stesso, fare senza fare, pensare senza pensare. Ricorda:

Non c’è nessun posto dove poter mettere la tua mente 

About Karatesen

Sulla Via del nebuloso Do.

Check Also

Tatuaggi giapponesi

Il tatuaggio giapponese attualmente è associato all’immagine della mafia chiamata Yakuza, ma questa è la ...

Lascia un commento