Home / Mentalità / Storie Zen e racconti / Storia di un Sensei – Gli insegnamenti

Storia di un Sensei – Gli insegnamenti

Condizioni, un pallone e una grande lezione

Capitolo 3 – Gli insegnamenti (parte 2 qui)

ombre pallone calcio senseiL’allenamento durava due ore tre volte la settimane. Le regole del maestro erano poche ma chiare: rispetto ed educazione,lavoro duro e niente calcio !

Si, niente calcio, diseducativo, malformante sia nella mente che nel fisico ma praticatissimo da tutti (in senso letterale) i miei amici.

Il maestro mi aveva minacciato: “se vi vedo giocare a pallone sono guai!”

Ma io vivevo in un altro paese rispetto al dojo, e quel giorno sulla piazzetta della scuola,verso le 17:00 lo feci.

Accettai, dopo lunga reticenza da parte mia e insistenza da parte dei compagni,accettai, giocai a calcio. E merito dell’allenamento, erano già tre anni che praticavo il karate, riuscii bene. Mi piacque.

Il giorno dopo durante l’esecuzione di un calcio circolare (mawashigeri) il maestro si avvicino e disse: “hai la gamba pesante,che hai giocato a pallone?”

Ma come aveva potuto accorgersene? Ero sgomento, ma mentii: “no no”. Mi guardò in modo strano.

Qualche giorno dopo stessa scena sul piazzale della scuola: “giochi a calcio?” “Sì certo!”. Mentre stavo correndo dietro il pallone ho percepito a malapena una figura che come un lampo aveva fatto la sua apparizione al mio fianco, era il Maestro, quante botte mi ha dato ! E la figura coi compagni … terribile!

Se pensate che il Maestro abbia esagerato, vi fermerò subito, gli sono grato per aver contribuito alla mia formazione anticalciofila.

Se credete che sia stato fuori luogo, cosa direte quando vi racconterò che mi è venuto a cercare a oltre 800 km di distanza perché avevo cambiato disciplina? E mi ha trovato in un’occupazione studentesca mentre stavo… ah! Ma questa è un’altra storia…

Ganryu

About Karatesen

Sulla Via del nebuloso Do.

Check Also

Storia di un sensei – La grande fuga parte 1

Capitolo 9 – La grande fuga (parte prima) Capitolo 8 qui – Ho 16 anni. ...

Lascia un commento